Canzoni dello Zecchino






Ecco i testi e i cartoni animati tratti da YouTube relativi ad alcune tra le canzoni più famose dello Zecchino d'Oro








 








 Canzone vincitrice dello Zecchino d'oro 2014 :
"Chi ha paura del buio" 
(testo: Mario Gardini; musica: Giovanni Paol
o Fontana – Roberto De Luca)

Coro: Che paura… Che paura…Che paura, che paura… Che paura… Che paura…Che paura, che paura!
 Alessia Chianese : Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Alessia Chianese : Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura Carolina, è ancora piccolina e vuole la lucina
 Edoardo Barchi : Sul comò!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura il cuginetto che guarda sotto il letto oppure nel cassetto
 Edoardo Barchi : Ma io no!
 Alessia Chianese : Sono grande, sono grande e i bambini alla mia età Non han certo più paura per un po’ di oscurità Ma capisco, ma capisco chi è più piccolo di me E ogni notte si domanda dentro al buio cosa c’è!
 Edoardo Barchi : Cosa c’è? Cosa c’è?
 Coro: C’è l’alieno senza un occhio che da Marte arriverà
 Alessia Chianese : Basta dargli un pizzicotto e vedrai che scapperà! Coro: C’è la strega tutta nera che i bambini mangerà La faremo prigioniera finché il giorno tornerà.
 Alessia Chianese : Non ho niente più da dire, posso andarmene a dormire?
 Coro: Chi ha paura del buio?
 Edoardo Barchi : Io, no!
 Coro: Che paura… Che paura…Che paura, che paura… Che paura… Che paura…Che paura, che paura!
 Alessia Chianese : Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Alessia Chianese : Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura Ludovica, la mia migliore amica, che non lo dice mica
 Edoardo Barchi : Ma lo so!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura il mio vicino che tiene un lumicino accanto al baldacchino
 Edoardo Barchi : Ma io no!
 Alessia Chianese : Sono grande, sono grande e i bambini alla mia età Non han certo più paura per un po’ di oscurità Ma capisco, ma capisco chi è più piccolo di me E ogni notte si domanda dentro al buio cosa c’è!
 Edoardo Barchi : Cosa c’è? Cosa c’è?
 Coro: C’è il vampiro tutto denti che alla porta busserà
 Alessia Chianese : Basterà non dire: “Avanti” e alla fine se ne andrà! Coro: C’è la mummia con le bende, dall’Egitto arriverà Ne faremo delle tende che la mamma cucirà!
 Alessia Chianese : Non ho niente più da dire…. posso andarmene a dormire?
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura la gallina che sente la faina che piano si avvicina
 Edoardo Barchi : Ma io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Alessia Chianese : Ne ha paura la maestra che vede la tempesta da dietro la finestra
 Edoardo Barchi : Ma io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Coro: Ne ha paura il pesce palla che senza pinna gialla, non vuol tornare a galla,
 Edoardo Barchi : Ma io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : Io no!
 Coro: Chi ha paura del buio?
Edoardo Barchi : No, io no!
 Coro + Alessia Chianese : Ne ha paura la bidella ed anche sua sorella e pure la gemella
 Edoardo Barchi : Ma io no!
Coro + Alessia Chianese : Ne ha paura il fiorellino che dorme a capo chino e aspetta sia mattino
 Edoardo Barchi : Ma io no!




















 

Video di YouTube

 

Popofff
A. Benassi - P. Gualdi - M. Pagano - Cantata da Walter Brugiolo


Nella steppa sconfinata
a 40 sotto 0
se ne infischiano del gelo
i cosacchi dello Zar.

Col colbacco e gli stivali
camminando tutti in fila
con la neve a mezza gamba
vanno verso il fiume Don.

Ma Popoff
sbuffa, sbuffa e dopo un po'
gli si affonda lo stivale
nella neve e resta li.

Ma Popoff del cosacco che cos'ha
ha il colbacco e gli stivali,
ma non possono bastar.

I cosacchi lunghi e fieri
con i baffi volti in su
nella neve vanno alteri
ma Popoff non c'è più.

E' rimasto senza fiato
sulla pancia accovacciato:
che cosacco sfortunato
questo povero Popoff.

Ma Popoff non si arrende e dopo un po'
scivolando sulla pancia
fila verso il fiume Don.

Hei! Popoff così proprio non si può
non cammina in questo modo
un cosacco dello Zar.

I cosacchi sono stanchi
non si vede il fiume Don
con i baffi congelati
più non vogliono marciar.

Nella steppa sconfinata
a 40 sotto 0
sono fermi in mezzo al gelo
i cosacchi dello Zar.

Ma Popofff così tondo che farà
rotolando nella neve
fino al fiume arriverà

 
 

Il caffè della Peppina

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fà il caffè
fà il caffè con la cioccolata
poi ci mette la marmellata
mezzo chilo di cipolle
quattro o cinque caramelle
sette ali di farfalle
e poi dice: "Che caffè!!!"

Il caffè della Peppina 
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fa il caffè
fa il caffè col rosmarino
mette qualche formaggino
una zampa di tacchino
una piuma di pulcino
cinque sacchi di farina
e poi dice: "Che caffé!!!"

Il caffè della Peppina
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?

La Peppina fa il caffè
fa il caffè con pepe e sale
l'aglio no, perché fa male
l'acqua si ma col petrolio, 
insalata senza olio
quando prova col tritolo 
salta in aria col caffè.

Il caffè della Peppina 
non si beve alla mattina
né col latte né col the
ma perché, perché, perché?                                            

 

Video di YouTube

 

il Valzer Del Moscerino

Beppone russava
Nel grande giardino
E sul suo nasone
Volò un moscerino
Il vento suonava
Un bel valzerino
Così il moscerino
Si mise a ballar.

Rit.
Un lalla un lalla un lallalà
Questo è il valzer
Del Moscerino
un lalla un lalla un lallalà
questo è il valzer
Che fa lallalà

Nel sonno Beppone
Che più non russava
Il naso arricciava
Rideva sognava
Sognava una piuma
Un fiocco di neve
Un petalo di rosa
Caduto dal ciel.

Rit.

Ma un gatto birbone
E pazzerellone
Colpì il moscerino
Graffiò il suo nasone
E il valzer finiva
E il gatto fuggiva
Così per Beppone
L'incanto svanì.

Rit.

 

Video di YouTube

 

Il Coccodrillo Come Fa

Oggi tutti insieme
cercheremo di imparare
come fanno per parlare
fra di loro gli animali.
come fa il cane? bau bau
e il gatto? miao
l' asinello? hi hoo hi hoo
la mucca? muuuuu...!!!
la rana? cra cra
la pecora? beee...!!!
e il coccodrillo?...
e il coccodrillo?...

boh..!!!

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si dice mangi troppo
non metta mai il cappotto
che con i denti punga
che molto spesso pianga

però quand' è tranquillo come fa sto coccodrillo?...

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si arrabbia ma non strilla
sorseggia camomilla
e mezzo addormentato se ne va.

guardo sui giornali
non c'è scritto niente
sembra che il problema non importi...
alla gente
ma se per caso al mondo
c'è qualcuno che lo sa
la mia domanda è ancora questa qua!

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si dice mangi troppo
non metta mai il cappotto
che con i denti punga
che molto spesso pianga

però quand' è tranquillo come fa sto coccodrillo?...

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si arrabbia ma non strilla
sorseggia camomilla
e mezzo addormentato se ne va.

adesso ripetiamo se vogliamo ricordare
come fanno per parlare
tra di loro gli animali
come fa il cane? bau bau
e il gatto? miao
l' asinello? hi hoo hi hoo
la mucca? muuuuu...!!!
la rana? cra cra
la pecora? beee...!!!
e il coccodrillo?...
e il coccodrillo?...

boh..!!!

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si dice mangi troppo
non metta mai il cappotto
che con i denti punga
che molto spesso pianga

però quand' è tranquillo come fa sto coccodrillo?...

il coccodrillo come fa
non c'è nessuno che lo sa
si arrabbia ma non strilla
sorseggia camomilla
e mezzo addormentato se ne va.

allora, avete capito come fa il coccodrillo?

lui mezzo addormentato se ne va!

 

Video di YouTube

 Volevo un gatto nero

Un coccodrillo vero,
un vero alligatore
ti ho detto che l'avevo
e l'avrei dato a te.
Ma i patti erano chiari:
il coccodrillo a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
Non era una giraffa
di plastica o di stoffa:
ma una in carne ed ossa
e l'avrei data a te.
Ma i patti erano chiari:
una giraffa a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
Un elefante indiano
con tutto il baldacchino:
l'avevo nel giardino
e l'avrei dato e te.
Ma i patti erano chiari:
un elefante a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
I patti erano chiari:
l'intero zoo per te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
invece è un gatto bianco
quello che hai dato a me.
Volevo un gatto nero,
ma insomma nero o bianco
il gatto me lo tengo
e non dò niente a te.

 

















Video di YouTube

 

Il gatto Puzzolone

Coro:

Miao, miao, miao, miao, miao,Miao, miao, miao, miao, miao.

Solista:

In fondo al mio cortile, c’è un tipo peperino

Lo chiaman Puzzolone ma era un bel gattino. Ha i baffi da tigrotto, lo sguardo malandrino.Ha i denti così gialli che sembra un canarino!

Coro:

Sembra un canarino!

Solista:

E’ un gatto prepotente e per quell’odorino,I gatti del cortile si tappano il nasino. E’ un gatto così nero che sembra Calimero,Neanche San Tommaso ci metterebbe il naso.

Coro:

Il gatto Puzzolone è allergico al sapone,Non ha più un pelo bianco Perché non fa mai lo shampoo.

Solista:

Mi sembra appena uscito da un tornado

Coro:

Uhh!!! Se gli fai la doccia, ti fa il brodo senza dado...Bleah!!! Il gatto Puzzolone è allergico al sapone, Non ha più un pelo bianco Perché non fa mai lo shampoo,Si ostina a non lavarsi

Coro:

No!!!E ne conosco tanti Si!!!Che vogliono imitarlo, bambini ma anche grandi!

Coro:

Il gatto Puzzolone è allergico al sapone,Non ha più un pelo biancoPerché non fa mai lo shampoo.Si ostina a non lavarsi e ne conosco tanti Che vogliono imitarlo, bambini ma anche grandi!

Coro:

Il gatto gatto...: Miao! Il gatto gatto...Miao!

Solista:

Il gatto Puzzolone è proprio fetentone!

Coro:

Il gatto gatto...: Miao! Il gatto gatto... Miao!

Solista:

Gatto sei simpatico ma fatti un po’ più in là!

Coro:

Miao, miao, miao, miao, miao,Miao, miao, miao, miao, miao.

Solista:

Ha i piedi così neri, che sembrano stivali E quando lui arriva se ne vanno anche i maiali!E’ un gatto così nero che sembra Calimero Ed anche un marziano starebbe un po’ lontano!

Coro:

Il gatto Puzzolone è allergico al sapone Non ha più un pelo bianco Perché non fa mai lo shampoo.

Solista:

Mi sembra appena uscito da un tornado

Coro:

Uhhh!!! Se gli fai la doccia ti fa il brodo senza dado...Bleah!!!Il gatto Puzzolone è allergico al sapone,Non ha più un pelo bianco Perché non fa mai lo shampoo,Si ostina a non lavarsi

Coro:

No!!!E ne conosco tantiSi!!!Che vogliono imitarlo, bambini ma anche grandi!

Coro:

Il gatto Puzzolone è allergico al sapone Non ha più un pelo bianco Perché non fa mai lo shampoo Si ostina a non lavarsi e ne conosco tanti Che vogliono imitarlo, bambini ma anche grandi!

Coro:

Miao, miao! Miao, miao!

Solista:

Il gatto Puzzolone è proprio fetentone!

Coro:

Miao, miao! Miao, miao!

Solista:

Gatto sei simpatico ma fatti un po’ più in là!

Coro:

Gatto sei simpatico ma fatti un po’ più in là!!!

 

YouTube Video

 44 gatti

Nella cantina di un palazzone
tutti i gattini senza padrone
organizzarono una riunione
per precisare la situazione.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Loro chiedevano a tutti i bambini,
che sono amici di tutti i gattini,
un pasto al giorno e all'occasione,
poter dormire sulle poltrone!

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Naturalmente tutti i bambini,
tutte le code potevan tirare,
ogni momento e a loro piacere
con tutti i gatti giocherellare.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Quando alla fine della riunione
fu definita la situazione
andò in giardino tutto il plotone
di quei gattini senza padrone.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
marciarono compatti
in fila per sei col resto di due
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code dritte dritte,
in fila per sei col resto di due.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
marciarono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code dritte dritte,
in fila per sei col resto di due,
col resto di due.