Dermatite da pannolino


La dermatite da pannolino

La dermatite (o eritema) da pannolino è piuttosto comune alla fine del primo anno di vita perché, con un’alimentazione che diventa sempre più complessa, le feci si modificano e possono provocare vere e proprie ustioni nelle parti sporgenti di pelle dei genitali e del sederino.

Una volta che queste lesioni si sono prodotte è difficile farle guarire rapidamente proprio perché non si puo evitare il ripetersi del contatto con le feci.

Gli unguenti a base di ossido di zinco, che sono molto efficaci come misura preventiva, non riescono, invece, a risolvere il problema già presente.

A questo scopo normalmente si consigliano degli impacchi con una soluzione di bicarbonato in acqua tiepida, seguiti dall’applicazione di garze alle fitostimoline direttamente sulle parti interessate dalle lesioni.

Queste garze agiscono come una barriera protettiva e in genere portano alla completa guarigione nel giro di pochi giorni. Per consolidare il risultato ed evitare ricadute immediate, conviene continuare questa terapia per alcuni giorni e poi riprendere un uso costante delle pomate preventive allo zinco.

 Per trattare adeguatamente l'eritema da pannolino è bene tenere la pella del vostro piccolo sempre asciutta ed utilizzare una crema lenitiva che possa contrastare gli arrossamenti e creare un'efficace barriera traspirante mantenendo così asciutta la pelle del bambino

.
Consigliamo quindi :
  • Cambio frequente del pannolino
  • lavaggio con acqua corrente tiepida ad ogni cambio
  • asciugatura attenta
  • applicazione della crema allo zinco a scopo protettivo

Se malgrado queste semplici operazioni il problema dovesse permanere è bene chiedere consiglio al proprio pediatra.

L'infezione da candida

La dermatite da pannolino si può confondere con un altro problema della cute l'infezione da candida, un fungo che trova condizioni per moltiplicarsi e causare un arrossamento intorno ai genitali dove la pipì e sudore creano maggiore umidità.

A differenza della dermatite da pannolino, si accentua nelle pieghe dell'inguine piuttosto che sulle parti sporgenti di pelle e non causa bruciore o fastidio. Si cura applicando una crema antimicotica ad ogni cambio per alcuni giorni







Ti può interessare anche:

 

Rimedi per la tosse

 

Aerosol per i bambini

 

Il mio bambino ha la febbre

 

Le faccine del dolore

 
 
 
 

 

Comments