Ginnastica perineale


Fin dall’inizio della gravidanza, per effetto del progesterone sul tono delle pareti delle vie urinarie, molte donne avvertono più spesso la sensazione di vescica piena.

Nelle ultime settimane, poi, a causa della pressione esercitata sulla vescica dal bimbo, riaffiora la necessità di urinare di frequente e può manifestarsi la perdita di piccole quantità di urina.

Si tratta di un fenomeno fisiologico e transitorio, destinato a risolversi dopo il parto. Come prevenire il rilassamento dei tessuti del pavimento pelvico e problemi d’incontinenza dopo il parto? È importante mantenersi in forma con esercizi mirati per mantenere la tonicità del perineo. Non è mai troppo presto per iniziarli, in gravidanza e anche prima


La ginnastica perineale aiuta a tonificare quest’area ed è utile non solo in vista del parto ma prima durante e dopo la gravidanza per prevenire problemi di prolasso che potrebbero verificarsi più avanti negli anni

 

Se eseguita con costanza ogni giorno, previene e cura il fastidioso e imbarazzante disturbo delle perdite di pipì molto comune tra le neomamme


La perdita involontaria di alcune gocce dì pipì è un disagio piuttosto frequente nel periodo che segue il parto.

È colpa dell’indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico (l’insieme delle strutture che sostengono vagina, vescica e utero) verificatosi durante la gravidanza e il parto.


Ecco alcuni esercizi utili per ridare tono a questa zona e combattere l'incontinenza.



1- Fare la pipì a intermittenza seduta sul water, lasciar scorrere il flusso urinario per qualche secondo, quindi interromperlo, trattenendo lo stimolo a fare pipi e poi assecondarlo di nuovo


2- Sdraiata a pancia in su, con le gambe piegate e i talloni a terra, contrarre a decontrarre i muscoli vaginalí come per fare !'esercizio descritto prima, senza però urinare dawero.

L'esercicio si può fare anche in piedi o seduti: contrarre il perineo e stringerlo usando i muscoli del pavimenti pelvico, in sostanza provate a tenere forte la pipì. Questo serve per allenare e tonificare i muscoli per consentire di chiudere il condotto urinario. Ripetete l’esercizio per 10 – 15 volte e più volte al giorno.


3- Nella stessa posizione, con le braccia distese lungo i fianchi, alzare e abbassare il bacino,inspirando mentre si sale ed espirando mentre si scende.


4- Sempre a pancia in su, mettere una palla da tennis tra le ginocchia inspirando, stringerla forte tra le gambe, rilasciare la presa espirando,


Comments