Il didò elettrico


Con questo esperimento creeremo due paste particolari.
Una pasta isolante e una pasta conduttiva, introdurremo quindi il concetto di materiale che non conduce la corrente elettrica e di materiale che la conduce.

Le paste simil didò sia isolante che conduttiva che realizzeremo in questo esperimento possono essere usate come normali paste gioco. Terminato il gioco e l'esperimento potete conservarle in frigorifero avvolte in una pellicola da cucina prestando attenzione a chiuderla con attenzione per non far passare l'aria.

Con le dosi indicate potete realizzare due panetti grandi. Se vi serve solo per l'esperimento dividete per tre le dosi indicate.

Per prima cosa realizziamo le paste simil didò.

didò elettrico
didò elettrico



Pasta Isolante - rosa
Per creare la pasta isolante mescola in una ciotola un bicchiere e mezzo di farina mezzo di zucchero mezzo di acqua distillata 3 cucchiai di olio vegetale e un colorante (la normale tempera va bene).
Quando ottieni una pasta rovesciata su una superficie infarinata e lavorala a mano.







didò elettrico

Pasta conduttiva - blu
cuoci la pasta conduttiva: miscela un bicchiere e mezzo di farina, un quarto di bicchiere di sale fino, un cucchiaio di olio vegetale, una tazza di acqua del rubinetto, colorante (la normale tempera o colori a dita vanno bene) e tre cucchiai di cremortartaro in una casseruola che lascerai scaldare a fuoco medio.
Non serve usare colori alimentari, le paste realizzate con queste istruzioni non sono cibo.

Continua a mescolare fino a quando la pasta non si addensa.

Stendila su una superficie infarinata e lasciala raffreddare: attenzione sarà calda




didò elettrico



Realizzate le paste passiamo all'esperimento.








Occorrente:



un porta batteria (holder)  che possa contenere 2 batterie AA

2 batterie AA

1 led






Completa il circuito

didò elettrico



Proviamo a collegare direttamente un estremo del led al filo nero e l'altro al filo rosso. Il led si accende.


Ora frapponiamo un pezzo di pasta isolante (nel nostro caso rosa) tra due sfere di pasta conduttiva (nel nostro caso azzurra).

Inseriamo i terminali dell'alimentatore che ospita le due batterie AA (o 4 batterie AAA) in ciascun pezzo conduttivo e uniamo le paste conduttive con il led.

Ora il led non tocca più i fili dell'alimentatore eppure si accende. Questo perchè le due paste conducono l'elettricità.









Facciamo quindi la prova inversa:

didò elettrico spento



Ora frapponiamo un pezzo di pasta conduttiva (nel nostro caso azzurra) tra due sfere di pasta isolante (nel nostro caso rosa).

Il led non si accende.

La pasta isolante non lascia passare la corrente elettrica e quindi il led non rileva che il circuito si sia chiuso come invece succedeva nel precedente caso.