Un cane per il mio bambino



Ad un certo punto quasi tutti i genitori devono ascoltare il grido lamentoso del loro bambino: "Posso avere un cane?".

I bambini amano gli animali ed è naturale che vogliano un animale domestico.

Per il bambino un cane è un compagno di giochi sempre entusiasta di avere l'attenzione del bambino indipendentemente dal tipo di gioco, che si tratti di giocare a palla, andare a prendere un bastone, o semplicemente sdraiati sull'erba insieme.

Dovete incoraggiare il bambino ad aiutare nella cura quotidiana del cane.

Tenete presente che i bambini piccoli possono essere accidentalmente feriti da un cucciolo, e che i cani più grandi, soprattutto le razze guardia o da pastorizia, potranno provare a dominare il bambino. Gli adolescenti possono essere in grado di gestire una razza più dominante.



Se avete deciso di far posto nella vostra famiglia ad un cucciolo di cane, ci sono alcuni punti fondamentali da tener presente:

Il cucciolo di cane, crescendo, attraversa diversi periodi che segnano lo sviluppo della sua capacità di apprendimento e di socializzazione:

                  • neonatale, fra la prima e la seconda settimana;
                  • transizione, la terza settimana;
                  • socializzazione, tra la quarta e la dodicesima settimana;
                  • giovanile, dalla dodicesima settimana fino alla maturità sessuale.





All’interno di questi periodi si ha la formazione di attitudini sociali specifiche. In particolare: dalla quarta all’ottava settimana, c'è un apprendimento dell’interazione con altri cani; dalla quinta/ottava fino alla dodicesima settimana, i cani imparano meglio a interagire con le persone e le altre specie animali.

Dalla quinta dodicesima fino alle sedicesima, esplorano l’ambiente che li circonda.

La socializzazione con altre specie, uomo compreso, non andrebbe mai posticipata ai tre mesi: il cucciolo deve poter interagire con diverse tipologie di persone; l’interazione con i bambini è fondamentale e può prevenire eventuali problemi.

l bambini infatti hanno una modalità di movimento del tutto diversa dagli adulti, e un tono di voce che può innervosire il cane, che lo fanno apparire come altro rispetto all’ ”essere umano”.

Allo stesso modo un cane venuto in contatto solo con uomini o solo con donne avrà difficoltà a rapportarsi con qualcuno di diverso. Il cucciolo deve avere contatti con persone dalle caratteristiche il più possibile eterogenee. Ovviamente tutto ciò deve avvenire anche nel rispetto dei tempi del nostro cucciolo.