Burattini di cartapesta Fai da te

Burattini di cartapesta


La cartapesta è un materiale estremamente duttile, facile da realizzare e adatto a una conservazione medio-lunga. Gli oggetti realizzati con la cartapesta sono leggeri e abbastanza resistenti, quindi maneggevoli e adatti a bambini di ogni età.

A seguire le indicazioni per realizzare teste di burattini mossi con le dita della mano, ma esso può essere impiegato anche per costruire vasi, scatole o altri oggetti per cui normalmente si utilizzerebbe la creta.

 



PREPARAZIONE DELLA CARTAPESTA

 

MATERIALE OCCORRENTE

Carta di quotidiano; per realizzare due teste di burattino di cartapesta di medie dimensioni servono circa 8 pagine di quotidiano.

Acqua

Colla da parati o colla vinilica

Vaschetta di plastica

Canovaccio

 



Burattini di cartapesta


Stracciate la carta riducendola a strisce sottili. Raccoglietela in una vaschetta di plastica o in una brocca e copritela con l’acqua.

Lasciate macerare per almeno 24 ore. La carta può rimanere in acqua anche per un periodo più lungo: anzi, quanto più è macerata tanto più facile sarà realizzare una buona cartapesta,

 





Burattini di cartapesta


Quando la carta è ben macerata e quali disfatta, sminuzzatela con le dita.

Si tratta di un lavoro di pazienza, che serve per scomporre completamente i pezzi di carta eventualmente rimasti interi. Dovete ottenere una poltiglia omogenea e priva di grumi. È questa la fase più delicata della lavorazione: procedere in  modo frettoloso e sommario può compromettere la riuscita finale della cartapesta, che risulterà grumosa e pesante, difficile manipolare e lenta ad asciugare.

 

Mettete la cartapesta in uno strofinaccio.

Chiudete lo strofinaccio a fagotto e pigiate con forza il contenuto. E’ necessario strizzare più volte e spremere con molta energia, per consentire l’eliminazione di tutta l’acqua.

 




Preparate la colla da parati calcolando che ne servirà un cucchiaio ogni 100 grammi di carta strizzata.

Per il rapporto tra la quantità di polvere e la quantità di acqua, attenetevi alle istruzioni riportate dalla casa produttrice nelle avvertenze che trovate sulla confezione o nel foglietto di istruzioni

allegato.

In alternativa, è possibile adoperare una pari quantità di colla vinilica: però l’impiego di questo materiale allunga leggermente i tempi di asciugatura.

 

 



Quando la cotta è pronta, unitela alla carta strizzata.

Fate attenzione a non eccedere con la quantità di colla, altrimenti rischiate che la cartapesta diventi troppo dura e quindi difficile da lavorare.

 

Prendete una strisciolina di carta di quotidiano, avvolgetela attorno al dito (in genere, per reggere la testa si usa l'indice) e fissatela con un pezzetto di carta nastro: sarà la struttura di appoggio della

testa.

Al posto del dito, potete adoperare un bastoncino con diametro simile a quello del dito di chi manovrerà poi la testa del burattino.

 

Avvolgete attorno al dito altre strisce di carta di quotidiano dando forma alla testa e fissatele con la carta nastro.

Questa imbottitura aumenta il volume di base della testa della marionetta: con questo accorgimento adopererete meno cartapesta, la testa risulterà più leggera (quindi meglio manovrabile) e asciugherà

più in fretta.

 

Distribuite la cartapesta sull’imbottitura. Abbiate cura di stenderla con i polpastrelli per ottenere una superficie il più possibile liscia e omogenea.

 

Il modo più facile per creare i lineamenti del viso è aggiungere cartapesta sulla superficie liscia della testa. Su questa base potete accentuare le sopracciglia, predisporre un bel naso importante

e rendere il mento prominente.

 

Ogni volta che aggiungete un po' di cartapesta, lisciatene i margini per evitare che si veda la sovrapposizione sulla base. Le dita sono lo strumento migliore, ma potete aiutarvi anche con l’attrezzatura indicata per la lavorazione della creta. Il risultato finale deve essere un viso piuttosto liscio.


La cartapesta asciuga vicino a modeste fonti di calore. Volendo, potete anche accendere il forno alla minima temperatura possibile, lasciare lo sportello aperto e mettere il modello all’imboccatura. Accanto al vano di cottura del forno la cartapesta asciuga in un tempo compreso tra le 2 e le 3 ore. A temperatura ambiente può impiegare anche un’intera giornata.

 

 


una volta asciutta non vi resta che colorarla e allestire il teatrino!




 

 

Comments