Come scegliere le prime scarpine


Al di là della moda e delle preferenze estetiche, le scarpine di un bambino devono essere scelte in base a criteri ben precisi, per aiutarlo a sviluppare correttamente la muscolatura del piedini.

 


              • Devono essere a pianta larga morbide e flessibili, per consentire la massima mobilità alla pianta del piede.


              • Devono essere in grado di contenere il piedino ed evitare che sbandi ai lati, ma non occorre che lo costringano troppo.


              • Vanno bene anche le scarpine da ginnastica, che oggi sono realizzate con grande cura. Sarebbe meglio, però, evitare quelle in materiale sintetico, come la plastica, che non lasciano traspirare la pelle. Questa raccomandazione vale soprattutto nei casi in cui il bimbo indossa le scarpine ininterrottamente per molte ore nel corso della giornata.





      Se le condizioni lo permettono, inoltre, il bambino che sta imparando a camminare deve avere la possibilità di esercitarsi a piedi nudi o con un paio di calzini antiscivolo. Attenzione: le scarpine non vanno mai comprate usate. La tentazione è forte soprattutto se ci vengono "passate" da amici con bambini ormai cresciuti.


      Normalmente quando si parla di una scarpina primi passi si pensa a Chicco o Primigi ma che ne dite di Geox?

      Soprattutto d'estate il piede suda anche con i sandali areati sopra come quello della foto.

      La suola di gomma delle scarpe Geox è forata e, al suo interno, è inserita una speciale membrana a struttura microporosa che assorbe ed espelle il sudore, ma che non fa entrare l`acqua. I fori nella suola sono in corrispondenza della più alta concentrazione di ghiandole sudoripare della pianta del piede.


       Da quanto scrivono sul sito della Geox :

       "IL BENEFIT FINALE
        Il sudore dei piedi è una reazione fisica naturale e salutare. Trattenerlo nelle scarpe, però, fa male.
        Eliminando gradualmente il sudore dall`interno della scarpa, il brevetto Geox consente di ricreare nelle calzature il microclima        ideale, mantenendo sempre asciutti i piedi ed alla giusta temperatura. Come dimostra la termografia computerizzata, il piede che ha  calzato una normale scarpa con suola in gomma risulta molto più surriscaldato (aree in rosso) di quello che ha indossato una scarpa Geox."


      e per esperienza personale vi posso dire che la differenza si vede!