Orto sul balcone


orto sul balcone

L'orto sul balcone o sul terrazzo ci regala il piacere di sapori unici e il gusto incomparabile delle verdure appena raccolte.

L'orto sul balcone è un'esperienza unica per i bambini: entrano a contatto con i cicli della natura, imparano ad avere rispetto per le piante e apprendono, cosa molto difficile per un bambino, l'importanza dell'attesa.

L'orto sul balcone ci garantisce freschezza e genuinità a portata di mano sul nostro balcone durante una qualsiasi stagione.

Ortaggi, verdure, frutta e piante aromatiche possono essere comodamente coltivate in vaso su balconi o terrazzi.

La coltivazione di questi piccoli orti in vaso in contenitori sui balconi delle nostre città sta riscuotendo un grande successo: sono i windows farmers.



Il bambino proverà un grandissimo piacere nel mangiare un pomodorino o una zucchina che ha visto crescere giorno dopo giorno sotto i suoi occhi e sotto il suo controllo.

È il gusto e la consapevolezza di aver contribuito a produrre ciò che stiamo cucinando e ci rende orgogliosi di noi stessi. Con l'orto sul balcone avremo ortaggi e aromi freschissimi pronti da cucinare da mettere in tavola senza nemmeno uscire di casa per acquistarli. Lo spazio può variare a seconda dei metri disponibili che abbiamo sul nostro balcone.

Gli ortaggi vengono trapiantati in vasi o vasche. Le profondità di trapianto variano a seconda dei tipi di ortaggio che vogliamo coltivare. Un contenitore con 20 cm di profondità è adatto alla coltivazione delle lattughe, 40 cm di profondità sono necessari per coltivare cavoli e cipolle, per i pomodori la profondità minima deve essere almeno 40 50 centimetri.

L'illuminazione è uno degli aspetti più importanti e bisogna prestare molta attenzione all'esposizione: la migliore è la sud ovest visto che garantisce un buon apporto di luce.
Se avete dei balconi esposti a nord piantate lattuga e cicorie.
Se avete balconi esposti a est-sud-ovest prevedete di ombreggiare nelle ore più calde.
La comodità dei vasi è che in caso di necessità le piante si possono spostare!

Normalmente consigliamo di non piantare più piante nello stesso vaso a meno di non essere certi che "siano compatibili". Ci spieghiamo meglio ad esempio per i porri e le carote, l'accoppiamento di queste due varietà differenti protegge entrambe le piante dai parassiti.

Rosmarino e salvia diventano alquanto imponenti e non devono stare vicine, pena la morte di uno dei due.

In genere comunque ad ogni pianta aromatica andrebbe dedicato un vaso a sé stante per una questione di ordine nei profumi e nelle radici.
Attenzione alla menta che è molto infestante.

Sfruttando le capacità rampicanti di alcune piante mediante bastoni o graticci è possibile sfruttare lo spazio in verticale, concedendoci quindi di coltivare nel nostro orto in balcone meloni ed addirittura lamponi.

I lamponi sono il frutto ideale per i bambini, piccoli regalini quotidiani dalla loro piantina. Dedicatele però un vaso ampio, ha bisogno di tanta terra ma vi ripagherà con tanti sorrisi dei vostri cuccioli. Dimensione vaso consigliata:

Anche la zucchina è un ottima verdura da piantare per l'orto in balcone per i bambini. Non provate neppure a dedicarle un vaso piccolo, sarebbe solo una delusione vedere mini fiori e mini zucchine che non arrivano a maturazione. Dimensione vaso consigliata:

I pomodori ciliegino o ancora meglio i pachino sono gli ideali per il vostro orto in vaso. Richiedono poca cura, dovete procurarvi però un bastone per farli arrampicare. Potete usare agevolmente anche il vecchio manico di una scopa. Ho scoperto questo vaso che è il top per la coltivazione. Base per riserva idrica, giusta quantità di terra per una piantina, bastone integrato. Unico neo: costo, comunque non è una e getta, si riutilizza nei prossimi anni.


Altra verdura per il vostro orto in terrazzo o balcone con i bambini: peperoncini friarielli. Hanno la stessa forma dei peperoncini piccanti ma sono peperoni dolci. Piantine molto produttive.

Il cavolfiore cresce molto bene anche in vaso e chissà magari il fatto che provenga dall'orto sarà un incentivo a mangiarlo.

Le carote possono essere coltivate in vaso ma dovete avere un vaso alto almeno 50 meglio 70cm. Se le seminate attenzione a non esagerare con il numero dei semi per vaso altrimenti il vaso risulterà troppo affollato e le carote rimarranno piccole.

Fragole fragole fragole
Per i bambini sicuramente piantate le fragole. Sceglietene anche di più tipi, ci sono anche le fragoline di bosco e ad ogni pianta dedicate una cassettina. Le fragole sono piante perenni in inverno dovrete solo ricordarvi se possibile di accostare i vasi alla casa così da proteggerle un po' dal freddo.

Non piantate frutta e ortaggi che non potranno mai crescere bene in un vaso perché richiedono molto spazio, lasciate perdere quindi per es. zucchine a trombetta, zucche, angurie.. risparmierete una delusione al bambino ed avrete spazio per altre piantine.

Piantina o seme?
Non è difficile riuscire a far crescere una piantina dal seme, dovete solo procurarvi dei vasi piccoli dove metterete un seme per vaso e far annaffiare giornalmente dal bambino. Una volta che la piantina sarà di una dimensione appropriata (in genere circa una decina di cm ma dipende dal tipo di pianta) la trapianterete nel vaso definitivo. Controllate nella busta dei semi il periodo corretto per semina e trapianto.
M.Montessori sosteneva che la parte preferita dai bambini è il raccolto non la semina comunque vedete voi se procedere con l'acquisto di piantine o con la semina.

Forse non tutti sanno che la coltivazione in vaso sul balcone è più facile rispetto a quella di un orto classico in piena terra. Le piante in vaso si ammalano molto meno perché la maggior parte dei parassiti proviene da terreni contagiati dai residui di coltivazioni precedenti e nella coltivazione dell'orto in vaso si usano terreno si usa terreno vergine che viene cambiato ad ogni coltivazione.

Anche le lumache che di solito vi divorano tutte le foglioline più tenere sono più facili da scovare: normalmente le troverete appiccicate al vaso.

Le concimazioni devono essere molto equilibrate. Consigliamo di usare concimi a lenta cessione.

Altrettanto le irrigazioni devono essere gestite al meglio. Senza mai esagerare in abbondanza e scarsità per non incorrere degli inconvenienti tipici come la cascola dei fiori e la produzione precoce di fiori di scarsa qualità. Una semplice regola da seguire è quella che all'aumentare delle temperature si deve diminuire la quantità di acqua aumentando invece la frequenza delle irrigazioni: ciò fa in modo che l'acqua raggiunga le radici.