Tavole dei colori Montessori Fai da te



Il materiale originale descritto dalla Montessori che conduce a riconoscere i colori (educazione del senso cromatico) consta di tavolette intorno alle quali sono avvolti dei fili di seta vivacemente colorati: le tavolette portano alle due estremità un bordo di due facce, perché i colori non striscino mai sul tavolino anche affinché si possa maneggiare il pezzo, senza mai toccare filo colorato.

Il colore rimane così intatto per lungo tempo.








gioco bamboo torre
Personalmente ho realizzato le tavolette servendomi di blocchetti già tagliati di un gioco di bamboo modello torre ad incastri e ho stampato la tavola dei colori che vi riporto sotto.
clicca sull'immmagine, si apre una nuova finestra, clicca il tasto destro, salva immagine con nome, salvala sul desktop del tuo pc e stampala
tavola colori montessori


montessori scala cromatica blu



Ogni quadratino va tagliato ed incollato in un blocchetto.

 









I colori sono in tutto nove e ognuno è presente in 7 tonalità diverse: sono perciò 63 tavolette di colori. I colori sono: grigio (dal nero al bianco); rosso; arancione; giallo; verde; turchino; violetto; marrone: rosa.







Esercizi. —

Si scelgono tre colori nella gradazione più viva, p. es. rosso, turchino e giallo in doppio esemplare, e si mettono sul tavolo innanzi al bambino; presentandogli un colore, lo si invita a cercare nel miscuglio l'uguale; e così si fanno disporre in colonna le tavolette a due a due, cioè appaiate secondo il medesimo colore.

Poi si aumenta sempre più il numero delle tavolette colorate fino a presentare nove colori, cioè diciotto tavolette. Infine anziché le tinte più vive si sceglieranno le più scure o le più chiare.

Si presenteranno poi due o tre tavolette dello stesso colore ma di diversa intensità scegliendo p. es. la più chiara, la media e la più scura tra le gradazioni, facendole disporre in ordine di gradazione; fino a presentare le nove gradazioni.

Successivamente si pongono innanzi al bambino, mescolate, le gradazioni di due colori diversi (es. rosso e turchino), si fanno separare i gruppi e disporre ciascuno in gradazione; quindi si procede offrendo mescolate tinte sempre più simili (es. turchino e violetto, giallo e arancione, ecc.).


Letture consigliate: